Seguici su Facebook

1 day ago
Visit Naples

Altri articoli

Gli arrosticini sono degli spiedini di carne di pecora tipici della cucina tradizionale abruzzese. In particolare la sua origine territoriale è collocata nella zona pedemontana del Gran Sasso, in provincia di Pescara e nello specifico, la “paternità” è associata ai comuni di Villa Celiera e di Civitella Casanova.

Questa pietanza era consumata dai pastori abruzzesi durante i lunghi periodi di transumanza ed era considerato un piatto povero poiché venivano preparati con la carne degli esemplari non più produttivi. Al giorno d’oggi, invece, gli arrosticini sono un must della gastronomia abruzzese tanto da essere presenti nei menù dei ristoranti più rinomati fino alle bancarelle simbolo dello street food.

Le peculiarità fondamentali per la realizzazione di un perfetto arrosticino consistono nella selezione della materia prima e nel metodo di cottura. La carne, artigianalmente tagliata al coltello in piccoli tocchetti, viene infilata in spiedini lunghi circa 20 cm detti “li cippe”, alternando pezzi di carne magra di pecora a parti di grasso. Proprio questo aspetto fa si che , durante la cottura, svolta rigorosamente alla brace, risultino al palato teneri e saporiti . Infatti la cottura tradizionale dell’arrosticino avviene sulla “fornacella”, un particolare braciere, dalla caratteristica forma allungata a canalina, che viene alimentato dal legno di quercia o dal carbone, così che gli spiedini possono essere rigirati e cotti senza difficoltà. In dialetto gli arrosticini vengono chiamati anche rustelle o arrustelle, dal verbo “rustellare” che significa appunto cotto alla brace.

Speciale Abruzzo Offerte tour enogastronomici

Vai allo Speciale

Spesso vengono serviti in tavola in mazzi di 20/30 spiedini avvolti in carta d’alluminio o in caratteristiche conche e naturalmente si assaporano sfilandone i pezzetti di carne direttamente con i denti. Questo piatto a volte viene accompagnata da fette di pane condite con del buon olio extravergine e da un calice di Moltepulciano d’Abruzzo oppure di un vino rosso locale diluito con un pò di gassosa.

Tra i migliori locali dove gustare gli autentici arrosticini segnaliamo: il Bar Rosticceria Perilli a Castilenti , la Tana del Lupo a Caramanico Terme e Margherita 1 a Painella. Mentre a Faridola troviamo Lu strego e l’osteria Villa Cupoli, mentre a Ville Celieria il ristorante Fungarolo e quello Delle Querce.
Esistono anche due rinomate sagre dedicate a questa specialità: la più rinomata paradossalmente si tiene al di fuori dei confini abruzzesi, in provincia di Sondrio, a Cosio Valtellino, gli ultimi due fine settimana di settembre. Mentre in Abruzzo, l’arrosticino viene celebrato nel mese di Agosto, nel comune di Santa Margherita di Atri, in provincia di Teramo.

 

Foto di copertina © adamico – Fotolia.com

FoodTravel offerte Top

Seguici su Facebook

1 day ago
Visit Naples

Altri articoli

Related post